1/6

Nuovo Centro Sportivo, San Martino in Passiria, 2018 - FINALISTA

 

Programma: Sportivo

Categoria: Concorso Internazionale

Gruppo di Lavoro: LERUA+ Cooprogetti Soc.Coop.

Render: Simone Langiu

Superficie: 2.740 mq

La nuova architettura è inserita all’interno di un tessuto sportivo complesso programmaticamente e formalmente, a questo proposito si è scelto di ragionare attraverso una serie di elementi dalla conformazione semplice, ma articolati da una complessità funzionale.

Un unico edificio composto di tre volumi affiancati e collegati tra loro, che fanno riferimento all’archetipo alpino. Un chiaro riferimento ai paesaggi di Giorgio Morandi, i quali alla complessità offerta dall’ambiente naturale, vengono accostati ad una semplicità geometrica che si ripete generando delle relazioni con l’intorno.

Un’attenta lettura del contesto accompagna il progetto in tutte le sue sfaccettature e la scelta materica lignea ne è la dimostrazione.

Il progetto conserva gli accessi esistenti e l’edificio è posizionato nello spazio intermedio tra l’area tennis e gli spazi d’acqua; esso occupa una grossa superficie e in accordo con il bando di concorso, si sviluppa principalmente su un unico livello. Questa scelta definisce un’accessibilità completa dell’edificio anche per i disabili. L’eccezione è costituita dal posizionamento, nel piano interrato, degli spazi deposito debitamente connessi con l’area privata dell’edificio.

La nuova architettura è stata concepita come un elemento “filtro” tra le due aree sportive, la città e l’area del campo di calcio e sancendo anche una relazione con il fiume. L’edificio è aperto e trasparente e offre la possibilità di relazionarsi, ai diversi lati del lotto. La configurazione planimetrica è semplice e chiara: l’interno è costituito da un unico grande spazio che connette le funzioni sportive e amministrative. In questa “hall” si trovano tutte le funzioni pubbliche di controllo e svago, quali: bar, tavola calda, biglietteria e area relax. Il prolungamento di questo spazio verso l’esterno è costituito dalla presenza di due terrazze coperte che diventano i punti di osservazione delle attività sportive.

Il posizionamento dei vari spogliatoi, divisi per funzione, rispettano le indicazioni di posizionamento fornite dal disciplinare. A nord vengono inseriti rispettivamente i blocchi funzionali della piscina all’aperto e degli sport su ghiaccio; in una parte dell’ultimo blocco durante l’estate verrà allestita l’area per il noleggio bici; il blocco a sud contiene invece i servizi per i visitatori e quelli per il tennis.